Il nostro cordoglio per l’assassinio di Vittorio Arrigoni

di Sabatino Grasso

Vittorio Arrigoni è principalmente un attivista per i diritti umani dell’International Solidarity Movement: il volontario italiano ucciso a Gaza dai suoi sequestratori si presentava così nella sua pagina Facebook. Arrigoni, 36enne di Besana Brianza, raccontava di vivere a Gaza da circa tre anni, dove arrivò nel 2008 come inviato del quotidiano Il Manifesto (Vittorio mancava dall’Italia dal gennaio 2009, perché entrare e uscire da Gaza non è facile, e sarebbe dovuto tornare a breve). Giornalista freelance e blogger attivo (http://guerrillaradio.iobloggo.com/), con Manifestolibri aveva pubblicato un libro sulla sua esperienza nella Striscia intitolato “Gaza Restiamo Umani”, già tradotto in 4 lingue (i proventi delle vendite del volume sono stati devoluti interamente al Center for Democracy and Conflict Resolution, per finanziare progetti di assistenza ai bimbi rimasti gravemente feriti o traumatizzati). Il suo ultimo post risaliva al 13 aprile: “4 lavoratori sono morti ieri notte per via del crollo di uno dei tunnel scavati dai palestinesi sotto il confine di Rafah (si legge nel blog “guerrilla radio”). Tramite i tunnel passano tutti i beni necessari che hanno permesso la sopravvivenza della popolazione di Gaza strangolata da 4 anni dal criminale assedio israeliano. Dai tunnel riescono a entrare nella Striscia beni principali quali alimenti, cemento, bestiame“.  Nell’ultimo periodo Vittorio Arrigoni stava “aiutando a organizzare la partenza di una imbarcazione dall’Italia con aiuti per i palestinesi di Gaza, una <<Freedom Flotilla>> italiana per rompere l’embargo israeliano”, come ha testimoniato all’agenzia Misna una sua amica. Restiamo umani.

I Commenti sono chiusi


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi