Malasanità, Ospedali di Polla e Sant’Arsenio: Odissea di un paziente disabile

di Cooperativa Sociale Iskra

Pubblichiamo un articolo di unotvweb

Sala Consilina (SA)- Uno Tv ha risposto all’appello di Stefano Barrese, 53enne disabile diabetico, cardiopatico e neuropatico di Sala Consilina, che racconta una storia emblematica e per certi versi sconvolgente relativa alle carenze delle strutture sanitarie del Vallo di Diano. I disabili evidentemente non sono previsti negli ospedali di Polla e Sant’Arsenio, dove nella maggior parte dei reparti non esistono bagni adatti a loro. Le porte sono talmente strette che è impossibile entrare con una sedia a rotelle, per non parlare dell’assenza di maniglioni per il sollevamento e lo spostamento degli stessi disabili. L’alternativa? Rifiutare il ricovero, andare altrove o magari accettare la pratica dolorosa ed umiliante del catetere. Come se non bastasse il quadro clinico spesso già difficile e complicato dei disabili. Uno Tv si augura che la grave denuncia e la lucidissima analisi del signor Stefano Barrese, persona di grandissima dignità e coraggio, non cada nel vuoto ma sia ascoltata dai dirigenti dell’Asl Salerno, dai rappresentanti politici e istituzionali, dalle associazioni, dagli enti e dai semplici cittadini. E’ una questione che travalica gli stessi importantissimi temi della salute e dei diritti dei pazienti disabili, sconfinando in quelli della dignità della persona, e del grado di civiltà della società nella quale questa persona vive.

I Commenti sono chiusi


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi