26 marzo 2012: sesta Giornata Mondiale della Lentezza

di Sabatino Grasso

Rallenta, e ciò che stai inseguendo si avvicinerà e ti prenderà

(detto Zen)

“La calma nell’azione. Come una cascata diventa nella caduta più lenta e sospesa, così il grande uomo d’azione suole agire con più calma di quanto il suo impetuoso desiderio facesse prevedere prima dell’azione.”

(Fredrich Nietzsche, da Umano, troppo umano)

Lunedi 26 marzo 2012 torna l’appuntamento promosso dall’organizzazione di volontariato L’Arte del Vivere con Lentezza con la Giornata Mondiale della Lentezza, giunta alla sua sesta edizione. Un attimo di riflessione collettiva sui danni economici, ambientali e sociali del vivere a folle velocità, in un momento difficile di grandi trasformazioni, confusione e incertezza. Bruno Contigiani, presidente dell’Associazione L’Arte del Vivere con Lentezza, spiega così il senso della Giornata: “Il 26 marzo siamo tutti invitati ad impegnarci e partecipare, ognuno nella propria città, con amici, colleghi, in famiglia o da soli, creando un piccolo/grande momento di riflessione per raccogliere le forze, sorridere e voltare pagina, contribuendo a rivoluzionare il nostro mondo dalle fondamenta“. Tutti gli eventi sono divulgati sul sito www.vivereconlentezza.it, su Facebook, Twitter e YouTube, in modo da poterli condividere con gli altri ribelli della lentezza. La parola d’ordine della Giornata è: prendersi una pausa, rallentare. Starà poi a ciascuno trovare il modo migliore per interpretare questa idea, dedicandosi ad una “attività lenta” o – perché no? – scegliendo di non fare assolutamente nulla. Non a caso la Giornata cade sempre di lunedì, il “giorno frenetico” per eccellenza. Quindi, lunedì 26 marzo 2012 siete tutti invitati a impegnarvi e partecipare – ognuno nella propria città – con  amici, colleghi, in famiglia o da soli, creando un piccolo/grande momento di riflessione per raccogliere le forze e trovare il coraggio di cambiare, contribuendo a rivoluzionare il nostro mondo dalle fondamenta. Quest’anno, la città frenetica che sarà premiata per il proprio tentativo di migliorare la qualità di vita dei propri cittadini è Londra: una delle icone mondiali della velocità. In particolare gli abitanti del sobborgo londinese di Hackney saranno premiati per la grande quantità di attività volte a promuovere la coesione sociale, impegno che richiede tempo e attenzione per il ritmo delle tante anime di una collettività. Prendendo spunto dal fatto che Londra sta incrementando il numero delle proprie piste ciclabili in occasione delle Olimpiadi 2012, il premio sarà un “contachilometri sottosopraP(e)ace Rider ideato dal designer Francesco Argenti, con progetto e realizzazione elettronica di Gandonlab e ebanisteria di La Soaza: un simpatico strumento che emette il suo bip bip al superamento dei  14 Km orari ( 9 miglia). Un modo per i ciclisti di partecipare e dimostrare  l’attenzione verso la comunità ed in particolare verso  i pedoni. Procedere con lentezza è bello… e salutare!!!

I Commenti sono chiusi


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi